Ristrutturazioni edili, come affrontarle

Sia che stiate per entrare nella vostra prima abitazione o che abbiate intenzione di rinnovare quella in cui già abitate, probabilmente dovrete affrontare una ristrutturazione più o meno estesa. Sul blog Ristrutturazionimilano.net potete trovare utili consigli per il vostro progetto di ristrutturazione casa. Se un bel risultato finale é quello a cui tutti aspirano, é utile porre in essere alcuni accorgimenti per evitare che la gestione della ristrutturazione diventi fonte di stress e problemi vari.

Dopo una definizione del risultato a cui vogliamo arrivare e della tipologia di interventi da realizzare, é bene partire da una buona pianificazione, individuando i termini entro i quali dovremo o vorremmo concludere l’intervento e stabilire quindi con quanto anticipo iniziare. A meno che non si tratti di un intervento molto semplice, sarà probabilmente necessario rivolgersi a dei professionisti e in tale caso la pianificazione è indispensabile affinché anche loro posso inserire nelle loro agende la vostra commessa.

Il ricorso ad un professionista, geometra o architetto, potrebbe rendersi necessaria laddove la tipologia di interventi da realizzare richieda ad esempio degli adempimenti burocratici presso il Comune o altri enti. Un sopralluogo da parte dell’impresa esecutrice sarà utile sia per definire insieme la tipologia di intervento, accogliere consigli e naturalmente stimare la spesa necessaria.

La fretta é come sempre una cattiva consigliera e quindi prendetevi, se possibile, il tempo necessario per consultare più preventivi. Nell’affrontare una ristrutturazione edilizia si deve tenere in considerazione se si sta già abitando o meno nella casa da ristrutturare: nel primo caso dovranno essere coordinati gli interventi al fine di garantire comunque la fruibilità della casa e quindi si presti attenzione all’eventuale interruzione momentanea di utenze, condotte,…

Nel caso invece non si abiti negli spazi oggetto di intervento, questa problematica non si pone. In entrambi i casi è buona prassi garantire la propria reperibilità agli addetti che eseguono l’intervento al fine di gestire correttamente ad esempio varianti in corso d’opera o eventuali problemi che dovessero emergere con l’avanzare dei lavori.

Se abitate in condominio, appurate quale sia l’orario in cui si possono fare interventi rumorosi e cercate il più possibile di attenervi ad essi ed inoltre sarebbe buona norma informare gli altri condomini dell’avvio dei lavori e dei possibili disagi temporanei che potrebbero presentarsi. Non dimentichiamo infine che la legge di stabilità ha confermato anche per il 2017 la possibilità di importanti sgravi fiscali nel caso di una serie di interventi di ristrutturazione attraverso una detrazione IRPEF del 50 % delle spese sostenute fino ad un massimo di € 96.000,00